La Repubblica: a Lecce si gira videoclip di ‘Solo Andata’ di Erri De Luca

10014381_10154071471525055_8790446044014489033_o

“Al cinema commuove il naufragio del Titanic, l’ urto nella nebbia contro l’ isola di ghiaccio. Nei Canali di Otranto e Sicilia sprofondano alla rinfusa una dozzina di Titanic, ma gli occhi restano asciutti. L’iceberg, la nebbia, siamo noi. Nella storia di Alessandro Gassman si racconta l’ eccezione che aspetta di diventare regola.” – Erri de Luca

READ THE ARTICLE Repubblica

Roma, 16 apr. (Adnkronos) – Dopodomani a Spiaggiabella (Lecce) si gira ‘Solo Andata’, un brano scritto da Erri De Luca e musicato dal Canzoniere Grecanico Salentino, dedicato al dramma dell’immigrazione. “Ho voluto cogliere questa occasione di raccontare i migranti attraverso le parole di Erri De Luca e la musica del Canzoniere Grecanico Salentino, per ricordare, in un paese di ex migranti, che l’accoglienza e l’integrazione devono essere fondamento di una società civile”. Così Alessandro Gassman presenta ”Solo Andata,” il videoclip di cui curerà la regia, che sarà girato dopodomani, venerdì 18 aprile, a Spiaggiabella, vicino Lecce. Sul set ci sarà anche Erri De Luca, che ha curato il testo del brano musicato da Daniele e Mauro Durante. “Al cinema – afferma De Luca – commuove il naufragio del Titanic, l’ urto nella nebbia contro l’isola di ghiaccio. Nei canali di Otranto e Sicilia sprofondano alla rinfusa una dozzina di Titanic, ma gli occhi restano asciutti. L’iceberg, la nebbia, siamo noi. Nella storia di Alessandro Gassman si racconta l’ eccezione che aspetta di diventare regola”. A completare il cast Manrico Gammarota e alcuni immigrati che hanno scelto di rimanere a vivere nel Salento come Papa Moussa Diame Samb, che ha sposato una leccese. ‘Solo Andata’ racconta una realtà multirazziale, aperta e tollerante. Nato da un’idea di Gabriella Della Monaca, è prodotto da Oh!Pen Italia in collaborazione con Lecce2019, partner: Amnesty International, Fondazione Erri De Luca e Associazione Up. “La collaborazione di Lecce2019 – afferma Mauro Durante – è indicativa, perché non c’è cultura senza accoglienza. Quindi ringraziamo il Comune di Lecce per la sensibilità dimostrata”.

(16 aprile 2014 ore 16.48)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *